FEDERAZIONE SCACCHISTICA ITALIANA

DELEGAZIONE PROVINCIALE DI AVELLINO

Delegato Provinciale: Francesco Sessa - via Tribuni, 47 - 83046 - Lacedonia (Av)


LIBRETTO SANITARIO/ATTIVITA' AGONISTICA: riceviamo dal C.O.N.I. e pubblichiamo! MODELLI formato PDF

Associazione dilettantistica sportiva "Avellino scacchi"  affiliata alla F.S.I.


II TORNEO PARTHENOPE: le classifiche



Sport Days 2006 - Avellino - 1- 15 giugno - e immagini dell'edizione 2005


biglietti

news 6

Le classifiche del Grand Prix Campania dopo la quinta tappa:

lacedonia.com

Grasso quarto; Giaquinto P R I M O

L'associazione sportiva dilettantistica "Avellino scacchi" ha solo due mesi! E' passato appena un mese dall'archiviazione del Campionato Provinciale conclusosi con grande soddisfazione per il numero dei partecipanti (19), per qualifica degli stessi (ben 4 CM, 1N, 2N), per la loro provenienza (da Lacedonia a Sirignano), per la collaborazione della V Circoscrizione cittadina e del C.O.N.I. Provinciale. Ebbene, alla prima occasione rappresentata dal Campionato Regionale, sei dei dieci qualificati hanno saputo portare "a casa" ben tre premi! Il nostro Giuseppe CAPORALE ha lottato fino all'ultima mossa disputandosi almeno il terzo posto, giungendo comunque nono assoluto! In maniera autoritaria e perentoria il non classificato (fino a quel momento perchè ha guadagnato i punti necessari alla promozione meritatissima a 3N) Umberto DI GISI, giungendo tredicesimo assoluto, ha vinto la classifica dei NC lasciandosi alle spalle tantissimi giocatori espertissimi. COMPLIMENTI!!!! La classifica per la categoria 1N è stata assegnata al sempre bravissimo Marco IANDOLO, undicesimo assoluto. Il nostro campione è sicuro di poter fare di più! Come non dargli credito! COMPLIMENTI!!!! Dulcis in fundo ecco emergere la punta di diamente dell'A.d.s. "Avellino scacchi", Nino GRASSO! Terzo assoluto, QUALIFICATO PER LE SEMIFINALI DEL CAMPIONATO NAZIONALE, risultato che rappresenta sicuramente una conferma e un meritato premio al suo impegno sportivo. Resta da dire che con questa affermazione il nostro Nino scala anche la classifica del Grand Prix Campania.

Dopo il sesto ed ultimo turno di gioco il Campione Provinciale 2006, con punti 5.5, è risultato il CM Nino Grasso, che ha dominato il torneo rimanendo sempre saldamente al comando della classifica generale. Ha ottenuto il secondo posto il bravissimo Marco Iandolo, categoria 1N, distintosi per avere impegnato il vincitore in una bellissima partita durata quasi quattro ore. Con grande merito ha guadagnato il terzo posto Giuseppe di Rito, CM e Presidente dell’Associazione dilettantistica sportiva "Avellino scacchi". Meritatissimo il premio per il migliore classificato della categoria esordienti, assegnato a Benito Falbo quarto assoluto.

Da citare il quinto posto di Pasquale De Guglielmo determinato da una differenza di Buc1 a parità di punti con chi lo ha preceduto. Un bellissimo premio è stato assegnato a Federico Alvino, categoria 2N, ottimo d esperto scacchista. Completano il lotto dei qualificati ai quarti di finale del Campionato Italiano Assoluto 2006, che si terranno a S.Anastasia (Na) il 21, 22 – 28, 29 gennaio prossimi, i CM Giuseppe Caporale e Pasquale Colucci assieme ai sorprendenti e bravissimi NC Carmine Iantosca e Umberto Di Gisi. Alla manifestazione sportiva hanno partecipato ben 19 giocatori tesserati per la Federazione Scacchistica Italiana, provenienti dalla Città di Avellino ma anche da Lacedonia, Chiusano S. Domenico, Siringano, Mirabella Eclano. Unico elemento negativo è risultato l’intervento della neve che ha bloccato a casa, nella giornata di domenica, i competitori residenti nelle località più distanti e maggiormente interessate dal fenomeno meteo.

La direzione arbitrale, affidata al duo Valerio Piro / Christian De Vivo, è risultata ottima e ha garantito lo svolgimento del torneo in un ambiente rassicurato dalla loro presenza vigile e costante. L’organizzazione del torneo, curata dalla Associazione dilettantistica sportiva "Avellino scacchi", società affiliata alla Federazione Scacchistica Italiana, è risultata professionale e inappuntabile.

Consigli per vincere a scacchi

Gli scacchi sono un gioco da tavola capace di intrattenere milioni di appassionati in tutto il mondo. Questo perché sono un’attività che mette in luce l’astuzia e l’intelligenza di ciascuno di noi, testando la nostra pazienza, la nostra costanza e la nostra abilità di autocontrollo e riflessione. Per tale ragione è bene far conoscere questa disciplina ricreativa anche e soprattutto ai più piccoli, in modo da permettere loro di apprezzare loro tutta la complessità e il divertimento di tale gioco strategico. Non è un caso che esistano diversi corsi di preparazione, laboratori e spazi educativi dedicati all’insegnamento degli scacchi e alla loro pratica giornaliera.

Anche la tecnologia, in questo senso, ha saputo intervenire in maniera positiva promuovendo questo gioco su piattaforme online e aiutando a condividere video istruttivi e materiale utile, servendosi di strumenti quali i social network e il canale di YouTube. Prima si apprende a giocare a scacchi, più facile risulta essere barcamenarsi fra le infinite mosse, tattiche e strategie di gioco che sono relazionate a questo hobby e che lo rendono ancora più accattivante. Una sfida a più livelli che si cerca di superare guardando a diverse prospettive e strumenti differenti. Un’attività ricreativa entusiasmante e coinvolgente, che in alcuni casi può addirittura convertirsi in una vera e propria carriera! Ne è un esempio il giovanissimo Fabiano Caruana, ragazzo italoamericano, in passato Campione italiano assoluto per ben quattro volte e, attualmente, uno dei più importanti giocatori di scacchi degli Stati Uniti d’America.

In particolare, all’età di soli 14 anni, Caruana riuscì a conseguire il titolo di Gran maestro, uno dei traguardi più significativi e prestigiosi per chi esercita questa passione a livello professionale. Un amore e un’affinità che nascono durante l’infanzia e che continuano imperterriti a discapito del tempo e di vari spostamenti. E come lui, sono tantissimi i ragazzi e le ragazze che ogni anno si avvicinano agli scacchi e decidono di prendere parte a competizioni sportive ufficiali o giochi organizzati all’interno della propria città o provincia di residenza. Per capire meglio come si svolge una partita di scacchi e scoprire quale sono le sue regole principali, potreste assistere ad un evento apposito in compagnia di amici, parenti o escort Italia dal http://www.escortitalia.com/, apprendendo insieme a loro quali sono le tattiche di gioco vincenti e condividendo con esperti giocatori tutta la vostra passione e le vostre curiosità relative al mondo degli scacchi.

Un’occasione perfetta per scoprire qualcosa di più anche riguardo a voi stessi: come siete abituati a pensare ed agire, se riuscite a fare la mossa giusta o a prendere la decisione migliore sotto pressione, per quanto siete capaci di mantenere alta la vostra concentrazione, specialmente di fronte ad un avversario che mostri il vostro stesso livello di bravura. Ed è anche un buon motivo per cimentarsi con un’attività diversa dal solito, in grado di potenziare la vostra abilità di calcolo e ragionamento così come la vostra memoria e la capacità di valutare una specifica situazione. Un gioco che diverte, intrattiene e appassiona aiutando a rafforzare le vostre conoscenze e qualità intellettive.